logo_infortuni-personali

Infortuni personali

Quando si tratta di infortunio

Un infortunio è un evento non prevedibile, non controllabile, di carattere violento che procura lesioni fisiche osservabili e misurabili. Tra le possibili conseguenze: l’inabilità temporanea, l’invalidità permanente e il decesso.

In generale, sono considerati infortuni: le fratture e distorsioni, le folgorazioni, le conseguenze di ingestione o assorbimento di sostanze dovuti a causa fortuita, l’asfissia, l’annegamento, le infezioni (escluse le malattie e gli avvelenamenti causati da morsi di animali e punture di insetti), le lesioni muscolari da sforzo.

Quando è colpa di terzi

Se l’infortunio è causato da terze parti per colpa o inadempienza si tratta di Responsabilità Civile Diversa. Ad esempio, nel caso di danni per buche stradali o per marciapiede dissestato il responsabile può essere il Comune. In un locale pubblico, in caso di caduta per pavimento bagnato non segnalato, la colpa può ricadere sul titolare.

Quando NON si tratta di infortunio

Di norma sono esclusi dagli infortuni i danni causati da ubriachezza, abuso di psicofarmaci, uso di sostanze stupefacenti o allucinogene; i danni causati da guerra ed insurrezioni, inondazioni od eruzioni vulcaniche e conseguenti a contaminazioni chimiche o biologiche o causati da operazioni chirurgiche.

Sei vittima di infortunio e cerchi una consulenza professionale per il tuo risarcimento? Contattaci compilando il modulo a fianco.